comment 0

Machineria

Un giorno, sarà stato il 1984, alle medie ci hanno fatto leggere un passo dai diari di Schliemann, l’archeologo che ha dissotterrato i resti di Troia. Colpo al cuore: ho scoperto che mi piaceva l’avventura umana della conoscenza.

Passano neanche due settimane e il mio insegnante di matematica, che si chiamava Montagna, invitò tutta la classe a casa sua a scoprire il BASIC su un personal computer. Boom: ho scoperto che mi piaceva pure l’avventura extra-umana delle macchine.

Nascere negli anni Settanta per molti ha voluto dire imparare a tenere insieme i ritmi diversi del pensiero, del computer, dei mass media. Da questo sforzo nascono le competenze che oggi si chiamano project management o conversational design.

Mettendo a fuoco la questione è nato il nome di Machineria, la società che ho fondato insieme a Daniele Dalledonne e Diego Feltrin di DIMENSION.

Machineria. Storie che funzionano

Machineria racconta il patrimonio culturale con processi integrati che distillano il meglio di due mondi: l’efficienza delle macchine e la cura delle persone. Usiamo tutte le tecnologie per produrre contenuti inclusivi, e la qualità degli esperti per dare un senso alle automazioni.

Siamo una start-up di Trento, ma il nostro staff lavora da oltre vent’anni dentro e con istituzioni italiane e internazionali nei settori della cultura e del turismo. Ci occupiamo di progettare storie che funzionano e di raccontarle in formati inclusivi e adatti a pubblici in continua evoluzione.

Ecco con chi sta lavorando Machineria:

  • Mart, Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto
  • Triennale Design Museum
  • MAXXI, Museo nazionale delle arti del XXI secolo
  • Centro Pecci, Prato
  • CoopCulture
  • Scabec Spa

Stiamo preparando una newsletter golosa. Spero di incontrarvi lì.

Rispondi